Come: trasformazioni, costruzione, rinnovo dell’Antica Pescheria di Comacchio

Storia della costruzione e delle trasformazioni

La storia della costruzione e delle trasformazioni dell’Antica Pescheria di Comacchio si articola nel corso dei secoli, esaudendo i cambiamenti che l’evoluzione della vendita del pesce ha richiesto.

Dalle origini che destinavano la struttura alla compravendita di questo importante alimento, a luogo espositivo di mostre e centro importante della vita quotidiana.

Antica cartolina degli inizi del 1900

Storia della costruzione

Il mercato venne costruito nella seconda metà del 1700, con la semplice esigenza di stabilire la compravendita del pesce durante i giorni di maltempo in un luogo chiuso.

Storia delle trasformazioni

Nel XIX secolo il conte Pasquale Hondedei, in qualità di vice commissario pontificio, osservò come nella pubblica piazza di Comacchio fosse ancora praticata la vendita al dettaglio del pesce, sebbene esistesse già una struttura eretta prima del 1796 per tale scopo.

Hondedei ottenne che i pescivendoli esercitassero la propria professione all’interno della Pescheria.

Questo avvenne solo per pochi giorni, perchè l’edificio era troppo stretto per permetterne l’attività di vendita.

La compravendita del pesce continuò lungo le strade, fino al 1838 quando il Comune fece riedificare ed ampliare la struttura della Pescheria ed i mercanti di pesce furono obbligati definitivamente a praticare il commercio all’interno della struttura.

Un altro intervento di riadattamento avvenne nel 1887 durante il quale si attuò una modifica parziale dei prospetti.

Al giorno d’oggi l’Antica Pescheria non ha più la funzione di mercato coperto, ma è proprietà del Comune di Comacchio che ha deciso di utilizzarlo come spazio d’esibizione in diverse occasioni.

Antica Pescheria di Comacchio, conferenza stampa “ Festival internazionale Mare di Musica”

 

Prosegui la lettura: