Chi: committenti, progettisti, imprese realizzatrici della Galleria Centrale

Progettista

L'architetto Prospero Sorgato (ultimo a destra) con i decoratori, in una pausa dai lavori di costruzione del Mercato Coperto di Reggio Emilia
L’architetto Prospero Sorgato (ultimo a destra) con i decoratori, in una pausa dai lavori di costruzione del Mercato Coperto di Reggio Emilia

Il progetto del Mercato Coperto è stato realizzato da Prospero Sorgato (Reggio Emilia, 1891-1959), dal 1926 al 1956 architetto e ingegnere capo del Comune di Reggio Emilia: egli rappresenta uno dei maggiori protagonisti della trasformazione urbanistica e architettonica della struttura cittadina tra gli anni Venti e il secondo Dopoguerra. Il suo lavoro spazia dalla sfera pubblica alla committenza privata e tra le sue opere, oltre alla Galleria Centrale, si ricordano:

  • la Casa del Mutilato di Guerra (1929),
  • la facciata del Cimitero Monumentale suburbano (1932);
  • le scuole Impero di Viale Isonzo (1936).

Sorgato sviluppa uno stile proprio, eclettico, che nasce dall’unione di canoni architettonici precedenti (neoclassici e Liberty) e forme più innovative, espressione delle contemporanee correnti Moderniste.

 

Imprese realizzatrici

La costruzione della Galleria (1926 – 1927) è stata realizzata dalla Società Anonima Mercati e Posteggi, su commissione del Podestà Giuseppe Menada.
Il progetto di restauro (2009-2012) è stato eseguito dallo studio di Architettura “Corvino + Multari”, su commissione del Comune di Reggio Emilia, nella persona di Massimo Magnani, e in accordo con Coopsette Soc. Coop. e Tecton Soc. Coop, tramite project financing.

Al piano di lavoro hanno partecipano anche altri collaboratori:
● studio della metodologia del restauro a cura dell’architetto e art director Carmen del Grosso,
● rilievi effettuati dall’impresa di consulenza tecnica ed industriale Franceschetti S.a.s.,
● strutture affidate allo studio ingegneristico ErreCi Ingegneri Associati,
● impianti a cura di : Temoprogetti S.n.c. (meccanico), Progetec S.r.l. (elettrico), Viabizzuno (illuminazione);
● progetto illuminotecnico di Mario Nanni (lighting design);
● forniture aziendali ad opera di Cmr Emiliana Conglomerati (calcestruzzi), Casalgrande Padana S.p.A. (pavimenti in grès);
● serramenti esterni, copertura galleria e copertura foyer realizzati da D. T. Fer. S.r.l.;
● installazione e gestione ascensore di Kone S.p.A. .

Prosegui la lettura: