Come: progetto, costruzione, rinnovo del Mercato delle Erbe di Ancona

Il progetto proposto per il Mercato delle Erbe di Ancona spiccava per la modernità dei criteri dispositivi e applicativi. Esso prevedeva uno sviluppo su due piani caratterizzato da un pian terreno e una balconata superiore a pianta rettangolare dotata di balaustra. All’interno era prevista la collocazione di 70 spazi commerciali, 40 al piano terra e 30 a quello superiore. Tale disposizione degli spazi avrebbe permesso al visitatore di avere una visione complessiva di tutto ciò che era in vendita.

La costruzione dell’edificio è stata completata nel 1926 ed è stato aperto al pubblico nello stesso anno. L’edificio originale, in struttura metallica, resiste ancora oggi.

 

Progetto facciata
Progetto balconata superiore
Progetto pian terreno

 

Negli ultimi anni si sono proposti interventi di riqualificazione e nel dicembre 2017, in consiglio comunale è stata approvata la variante al P.R.G. per la riqualificazione e cambio d’uso dell’immobile, con un ampliamento della balconata al piano superiore. Non vi è ancora un progetto definitivo, ma i più vorrebbero la ristrutturazione della struttura in stile Covent Garden di Londra. Si vorrebbero, inoltre, recuperare i numerosi mosaici di epoca romana (I secolo a.C. – I secolo d.C.), rinvenuti in corso Mazzini durante i lavori per la messa in opera del mercato stesso nel 1926.

L’Amministrazione cittadina ha pubblicato uno studio preliminare di fattibilità tecnico-economica realizzato dagli uffici comunali e un avviso di consultazione per l’acquisizione di idee e proposte utili per la successiva redazione del bando di gara. L’eventuale concessionario dovrà farsi carico dei costi di riqualificazione della struttura, che avrà in concessione per 30 anni durante i quali incasserà gli affitti dei box.

A riguardo i pareri dei commercianti:

 

 

pagina precedente_pagina successiva