Cosa: la struttura del Mercato delle Erbe di Ancona. Carattere, tecniche, linguaggi

L’edificio si sviluppa per 1.547 mq al pian terreno, ai quali si aggiungono i 622 mq della balconata.

La struttura architettonica è stata realizzata in ferro e vetro, utilizzando in parte il metallo delle navi austriache, cedute all’Italia in risarcimento dei danni della Prima Guerra Mondiale. L’edificio rispecchia così lo stile Liberty dell’epoca della realizzazione.

La facciata presenta decorazioni in ferro, tra le quali spiccano la targa superiore e il grande orologio, affiancato da due cornucopie traboccanti di frutta e ortaggi. L’accesso principale è sovrastato dallo stemma della città ed è fiancheggiato a destra e a sinistra da due entrate secondarie e tre nicchie per lato. Si delineano così nove spazi orizzontali suddivisi da colonne. Nei capitelli di quest’ultime è possibile scorgere tra le volute a spirale la presenza di fasci littori, derivati dal programma iconografico del regime fascista.

Nel Mercato è presente anche una seconda entrata, speculare alla principale, che si affaccia su via Magenta.

 

 

Entrata principale

 

 

Dettaglio orologio facciata
Dettaglio stemma facciata
Dettaglio capitello colonne facciata

 

 

 

 

 

 

 

pagina precedente_pagina successiva