Il Mercato delle Vettovaglie di Livorno

Il Mercato Centrale è chiamato delle “Vettovaglie” dalla parola latina vittüàglia, che indica i prodotti necessari al nutrimento e alla sussistenza di una comunità di persone.

Facciata del Mercato delle Vettovaglie di Livorno

 

 

Il Mercato è realizzato nel 1894, a seguito della crisi economica che colpisce Livorno dopo la nazionalizzazione del mercato italiano, contestualmente all’Unità d’Italia. Il progetto ha, quindi, una finalità funzionale e simbolica. La città, che si sviluppa nei secoli come centro commerciale e cosmopolita, tramite la struttura del mercato, si aggiorna con le più grandi costruzioni mercantili europee. L’impianto della copertura, modernissimo per l’epoca, deriva dai padiglioni delle più recenti esposizioni universali. Questo permette il diffondersi di un nuovo orgoglio cittadino e di un rinnovato senso di appartenenza al contesto urbano.

La sua posizione, affacciata al Fosso Reale di Livorno, vuole creare un ponte ideale tra la città vecchia e quella nuova. Il Mercato è, infatti, una struttura indispensabile per tutti i ceti sociali. Questo fa sì che alla sua inaugurazione partecipano tutti i cittadini. Le sue innovazioni lo rendono, sia funzionalmente, sia esteticamente, al passo coi tempi moderni.

Ancora oggi il Mercato è un punto di ritrovo in continua evoluzione per gli abitanti: non solo vendita di prodotti tradizionali, compresi alimenti kosher per la forte presenza della comunità ebraica, ma anche sede di manifestazioni oggi popolari come quelle di Street food. Continua, così, la sua funzione di raccordo tra due realtà apparentemente contrapposte: passato e presente.

icon-car.pngFullscreen-Logo
Mercato delle Vettovaglie

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Mercato delle Vettovaglie 43.550600, 10.312674

 

 

Dichiarazione di interesse culturale del Mercato delle Vettovaglie 

Prosegui la lettura: