La vita del Mercato delle Vettovaglie di Livorno

Contesto produttivo

A Livorno esiste una lunga e fondamentale tradizione di pesca, che ha segnato le abitudini alimentari degli anni più duri e poveri della storia livornese alla fine della Seconda Guerra Mondiale.

Peculiarità commerciale

  • Il 5 e 5 è un tipico panino livornese farcito con torta di ceci. Si narra che durante la Battaglia della Meloria, tra Genova e Pisa nel 1284, un’imbarcazione s’imbatté in una tempesta. La nave subì danni alla stiva che conteneva scorte di cibo. I prodotti, in particolare ceci, mischiandosi con acqua salata formarono una poltiglia che essiccata al sole divenne appetitosa.
    Il nome viene attribuito negli anni ’30 del Novecento, quando sia il prezzo del pane che quello della torta di ceci erano di 5 centesimi di lira.
Il panino “5 e 5”.

 

  • Baccalà e Stoccafisso si trovano al banco Giancarlo Marinari, detto “Re degli ammollati” che consiglia ai suoi clienti due ricette tipiche livornesi. Stoccafisso tagliato a fette sottili con l’aggiunta di olio extravergine di oliva e limone oppure “Baccalà alla livornese” saltato in padella con patate e pomarola.
Banco degli Ammollati, Mercato delle Vettovaglie, Livorno.

 

  • Uova di Parisi sono uova bianchissime, la cui particolarità è dovuta al nutrimento a base di latte di capra delle galline livornesi.

    Le uova di Parisi.

Attività

Dentro al Mercato si svolgono attività di vario tipo e genere. Oltre al tradizionale mercato mattutino, hanno luogo eventi serali come degustazioni di vini locali, cooking show con i più celebri cuochi livornesi, cene a tema regionali e street food. Non mancano anche eventi musicali dal vivo e attività culturali come spettacoli comici e presentazioni di libri.

Curiosità

  • Il panino diventò talmente importante per la città di Livorno, che gli è stato dedicato un “Cammino gastronomico” denominato “Dammi 5 e 5!”. L’evento gastronomico riscosse così tanto successo da rendere il prodotto una vera e propria attrazione turistica.
  • Il 16 Settembre del 2005 il Mercato delle Vettovaglie è premiato dal Touring Club di Livorno nell’ambito dell’iniziativa “Botteghe e Mercati di Toscana”, promossa dalla regione Toscana insieme alla Federazione Italiana “Amici dei Musei”.
  • In aggiunta alla vendita di prodotti tradizionali, sono stati allestiti banchi come zona di ristorazione e per la vendita di street food

     

    Alle Vettovaglie: “nasce da un pensiero diverso di locale dedicato al Cibo … essere all’interno del Mercato Centrale delle Vettovaglie di Livorno, significa essere nel templio, nell’ombelico dell’enogastronomia labronica, significa essere a contatto con tutti gli artigiani del gusto, e con clienti esigenti, che non si accontentano più di prodotti surgelati, precotti, con la volontà di acquistare qualcosa di fresco, ed originalmente … vero”.

     

  • Nel mercato vi è anche una macelleria che vende carni kosher, volontariamente inserita per ricordare l’importanza della comunità ebraica. La comunità ebraica è stata a Livorno la più numerosa e la più importante economicamente. I privilegi elargiti con le “Costituzioni Livornine” del 1591 e 1593 erano dirette a richiamare a Livorno gli ebrei ispano-portoghesi che erano stati espulsi dalla penisola iberica alla fine del sec. XV, permisero a questi ultimi di raggiungere a Livorno una floridezza economica.

Canzoni 

Nel 2010, si è registrata e schedata la “musica vocale” del Mercato  in quanto “Bene demo-etno-antropologico immateriale”.

Personaggi

  • Artisti come Gino Bramieri e Walter Chiari amavano far visita al mercato delle vettovaglie: il loro scopo era carpire le storie, le barzellette e le battute per utilizzarle poi come spunti ed idee per i loro spettacoli.
  • Al secondo piano del mercato vi erano degli uffici tra cui l’atelier del celebre pittore livornese Amedeo Modigliani. Nel 1984 si consumò presso il Fosso Reale la famosa “burla delle false teste di Modigliani”. Il più clamoroso svelamento della critica d’arte, allora rappresentata da Giulio Carlo Argan e Dario.

Contatti social network

pagina 

pagina  

pagina precedentepagina successiva