Come: trasformazioni, costruzione e rinnovi del Mercato Pubblico di Jesi

La sede dell’attuale Mercato Pubblico venne inaugurata nel 1862 e a distanza di 150 anni ricopre ancora la sua funzione originaria.

Il consiglio comunale decise la costruzione dell’edificio della “Beccheria e Pescheria” nella seduta del 29 settembre 1859, affidandone la progettazione all’architetto comunale Ciriaco Santini. I lavori iniziarono il 5 novembre 1859.

 

 

 

 

 

 

Con l’intervento di restauro eseguito nel 1998 l’utilizzo del Mercato Pubblico aumentò notevolmente.
I lavori in questione furono eseguiti senza far interrompere il regolare esercizio delle attività commerciali e consentirono l’ampliamento della parte inferiore dell’edificio per la predisposizione degli spazi per i banchi dei commercianti di frutta e verdura.

Gli obiettivi principali del restauro furono quelli relativi alla bonifica delle grotte ubicate al piano seminterrato e delle pareti contro terra che presentavano infiltrazioni di acqua: esse furono completamente impermeabilizzate mediante intercapedini. Anche il lavoro di recupero del piano terreno fu oggetto di restauro riguardante la riqualificazione dell’imponente colonnato in laterizio con particolari in pietra d’Istria.

 

 

 

 

 

 

 

 

L’intervento di restauro ha dunque riguardato le seguenti categorie di lavoro: la bonifica e il recupero della copertura; la revisione della facciata principale prospettante su via Nazario Sauro; la revisione della facciata in laterizio prospettante su via Mercantini; l’installazione di un nuovo impianto elettrico a norma; l’abbattimento delle barriere architettoniche e la  realizzazione di un bagno per disabili e la realizzazione di nuovi box per ospitare ulteriori attività commerciali.
Il restauro iniziato nel 1998 si è concluso con l’inaugurazione dei locali in via Mercantini nel 2002.

Continua la lettura:

<>